Iscrizione alla Newsletter
Cerca



Associazione - Mission
Statuto - Consiglio Direttivo

La Storia
I Musei
Scuola e Ricerca
Aziende e Artigiani
Istituzione del marchio
Legislazione
Provvedimenti Attuativi
Disciplinari dei Comuni
Forum
Link Network
Link ai Comuni Ceramici
Ultime News
Archivio
Newsletter
Mostre
Concorsi
Corsi
Archivio

powered by MagNews



CeramicaScuola e RicercaMuseoArtigiani
Castelli
La città.

Certamente il passato di Castelli appartiene alle sorti della Valle Siciliana( toponimo che storicamente ha designato l’area sud-est dell’Abruzzo teramano),dove nel 1000 circa a.C. non è da escludere la presenza dei Siculi migranti verso l’isola, poi rimpiazzati da popolazioni umbre. Notizie certe si hanno a partire dal medioevo, riguardo la Badia di San Salvatore, costruita nell’VIII sec. dai Longobardi e consacrata nel 1117 da Papa Pasquale II per i monaci benedettini. Il paese nasce in età carolingia , quando si diffonde il fenomeno dell’incastellamento. Luogo di naturale difesa per le popolazioni del circondario, abbondanza di risorse ( estese vene di argilla, immensi boschi di faggio, acque limpide e copiose), Castelli nacque da questo incrocio e dalla iniziativa di un popolo che riuscì a raccogliersi attorno ad un progetto collettivo ed inventò il suo futuro intriso nella ceramica. Oltre ad aver dato i natali ad artisti come i Grue e i Gentile, Castelli vanta anche tra i suoi cittadini il cardinale Silvio Antoniano, precettore di San Carlo Borromeo.

Castelli sorge alle pendici del severo monte Camicia, su uno sperone circondato dalle più alte vette del massiccio del Gran Sasso. Dalla piazza centrale del paese si può iniziare la passeggiata nel centro storico , dove spiccano le testimonianze ceramiche della dinastia di maestri maiolicari più importante per la città. La Parrocchiale di S. Giovanni Battista, eretta nel 1601 in forme rinascimentali e che reca in facciata resti di un pulpito del XII sec. provenienti dall’ormai rovinata Abbazia di S. Salvatore , culla della ceramica castellana. L’interno conserva una bella pala d’altare maiolicata, opera del 1647 di Francesco Grue. Nell’ex-convento dei Francescani, il Museo delle Ceramiche permette di farsi un’idea della storia di quest’arte così profondamente legata alle vicende del paese . Uscendo dall’abitato su un crinale boscoso è possibile ammirare la chiesetta di San Donato, oggi monumento nazionale per via del suo soffitto maiolicato, l’unico sia in Abruzzo che in Italia. Eretta nel XV sec. e in origine dedicata alla Madonna del Rosario, conserva gran parte del soffitto eseguito tra il 1615 e il 1617. La struttura della volta è formata da travi che dividono le capriate in comparti che comprendono file di 5 mattoni, in origine più di mille, di cui ne restano in sito poco più di 750, mentre altri si trovano integri o in frammenti nel Museo delle ceramiche di Castelli o in varie collezioni pubbliche e private. Il progetto decorativo è di origine colta, infatti l’opera in questione segna una svolta già consolidata nella produzione maiolica del paese: è agganciato da una parte al compendiario faentino e dall’altra all’istoriato alto-marchigiano (Pesaro, Urbino). Il museo e san Donato, però, non esauriscono l’interesse di Castelli. Da non mancare una visita alle botteghe dove l’arte ceramica si perpetua anche oggi e infine per chiudere bene il quadro la Raccolta Internazionale d’Arte Ceramica Contemporanea allestita presso l’istituto statale d’arte “Grue”.

A partire dall’ultima settimana di luglio e per tutto il mese di agosto le vie del paese si animano per il consueto “Agosto Castellano”: Mostra mercato dell’artigianato ceramico che si svolge all’aperto e con animazione serale di concerti e danze. La manifestazione vede il suo momento culminante il 15 Agosto col tradizionale “Lancio del piatto”, quando gli abitanti del paese lanciano dal belvedere piatti di terracotta. A dicembre, turisti e curiosi, possono godere della bella rassegna culturale “Castelli a Natale “, con l’esposizione per le vie del paese di “ceramiche d’arte per l’albero di Natale”.

Per informazioni:

Comune di Castelli
Piazza Roma 11
Tel. 0861-979142

 



[Albisola Superiore] [Albissola Marina] [Ariano Irpino] [Ascoli Piceno] [Assemini] [Bassano del Grappa] [Burgio] [Caltagirone] [Castellamonte] [Castelli] [Cava dei Tirreni] [Cerreto Sannita] [Civita Castellana] [Deruta] [Este] [Faenza] [Grottaglie] [Gualdo Tadino] [Gubbio] [Impruneta] [Laterza] [Lodi] [Mondovì] [Montelupo Fiorentino] [Nove] [Oristano] [Orvieto] [San Lorenzello] [Santo Stefano di Camastra] [Sciacca] [Sesto Fiorentino] [Squillace] [Urbania] [Vietri sul Mare]
Amministrazione Trasparente

Associazione Italiana Città della Ceramica - AiCC 
Piazza del Popolo 31 - 48018 FAENZA - RA
Tel. +39 0546 691307 - 691306 Fax +39 0546 691283 
e-mail:
aicc@ceramics-online.it - sito web: www.ceramics-online.it
Codice Fiscale: 90017530396 - Marchio Comunitario 004455192 reg. 20.07.2006